Steam Beer: dalla gold rush alla California common

steam-beer

Steam beer e gold rush

La nascita delle steam beer coincide con un preciso momento storico ed è contestualizzata in un’area ben precisa. Il luogo è la California, che poco prima del 1850 passò dal Messico agli Stati Uniti, attraversando un brevissimo periodo di indipendenza. Nel 1847 alcuni pionieri scoprirono un filone aurifero che innescò la celebre corsa all’oro, che richiamò migliaia di avventurieri dal resto degli Stati Uniti e dall’Europa verso la California.

La rapida espansione dell’area permise la crescita di nuovi centri abitati, che dovettero rispondere alle esigenze e alle necessità dei pionieri: la richiesta di birra fu una di queste. La produzione di birra divenne così un’attività importante, ed in questo contesto che naquero le steam beer.

gold-rush

Produzione della steam beer

Nella California di fine ‘800 i birrai locali, spesso europei, brassavano birre usando lieviti da bassa fermentazione, all’epoca molto in auge nelle produzioni mitteleuropee. Le scarse attrezzature tecnologiche e l’impossibilità di costruire degli impianti di refrigerazione spinsero i birrai ad ingegnarsi per produrre birra in maniera alternativa. Così si diffuse la tecnica di raffreddare il mosto in apposite vasche che venivano collocate sui tetti dei birrifici, in modo che il fresco delle notti californiane favorisse l’abbassamento della temperatura sino a 16°/18°, accettabili per innescare la fermentazione.

Il contrasto tra il mosto caldo versato nelle vasche e la temperatura notturna produceva grandi quantità di vapore, che probabilmente donarono il nome alle steam beer. Secondo un’altra ipotesi, le steam beer vennerò così nominate a causa della grande quantità di co2 liberate al momento dell’inserimento del rubinetto nel fusto.

Krausening

La procedura di raffreddamento e la fermentazione di lieviti lager a temperature non idonee produssero una birra di media qualità, se non mediocre. Le caratteristiche principali erano l’amaro deciso, tipico delle lager, e i sentori fruttati caratteristici delle ale. Per rigenerare la birra dall’eccessiva perdita di carbonazione ed eliminare gli off flavour (diacetile e zolfo su tutti) dovuti alla fermentazione “ibrida” venne usata la tecnica del krausening.

L’aggiunta di una percentuale di mosto al mosto già fermentato permette l’innesco di una seconda fermentazione, che elimina gli off flavour. Il krausening permette inoltre una ricarbonazione della birra e una maggiore pulizia finale. La tecnica venne introdotta dai birrai tedeschi, che utilizzavano questa seconda fermentazione in Europa.

Oblio delle steam beer

Con l’esaurimento dei filoni auriferi anche le steam beer persero appeal, e vennero presto soppiantate dal grande successo delle lager. Inoltre la diffusione di nuovi impianti di raffreddamento fece scomparire il metodo ibrido, e le vasche furono tolte dai tetti degli edifici. Le steam beer vennero dimenticate, sino a quando nel 1981 la Anchor Brewing Company di San Francisco decise di recuperare la tradizione, brevettando il nome Steam Beer.

anchor-brewing-company-steam-beer

Steam beer e stili americani

L’atto di Anchor Brewing Company mirava alla conservazione delle tradizioni brassicole statunitensi. Gli USA sono uno dei paesi produttori di birra più importanti nel mondo, anche se la loro storia è breve anche in ambito brassicolo. Le steam beer rappresentano uno dei rari stili birrari nati negli USA, che possono vantare la nascita di pochi altri stili: cream ale, wheat beer, pumpkin ale.

La registrazione del termine steam beer da parte di Anchor Brewing Company ha reso necessaria una nuova nomenclatura per le birre prodotte secondo i dettami delle steam beer: nascono così le Califonia Common.

California Common e Steam beer secondo il BJCP

La steam beer è un prodotto da Anchor Brewing Company, e può essere catalogata come una birra in stile California Common. Il BJCP stabilisce le linee guida dello stile e riferisce: ” birra leggermente fruttata con una maltosità decisa insieme a interessanti gusti di tostato e caramello. Mette in evidenza le caratteristiche dei rustici luppoli tradizionali americani.”

Gli esempi commerciali più noti sono la Anchor Steam Liberty Ale e la Flying Dog Old Scratch.

liberty-ale-steam-beer

 

Steam brew, Steam Brewign and co…

Il termine steam beer non è da ritenersi attinente ad altri termini simili, fuorvianti. Steam Brew è il nome di un birrificio craft tedesco; Steam Brewing Company è un birrificio neozelandese con sede nei pressi di Auckland. Non conosco i prodotti di queste attività, per cui posso solamente limitarmi a citare i birrifici, sottolineando l’estraneità con le steam beer californiane.

California Common in Italia

Piccolo Birrificio Clandestino di Livorno, dopo la creazione dell’Amaranto in omaggio alla squadra di calcio locale, produce la Siuski. Altre California Common italiane degne di note sono la Bearaway di Eastside e i prodotti di Birra Bellazzi, Chianti Brew Fighters, Bad Brewer e Brewfist.

Leggi le caratteristiche della steam beer più famosa al mondo

LIBERTY ALE STEAM BEER

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WhatsApp chat