Alaskan Smoked Porter

alaskan-smoked-porter

Le birre affumicate

Le birre affumicate sono in genere birre di un determinato stile birrario alle quali viene aggiunta la connotazione dell’affumicatura. La caratterizzazione avviene nella maggior parte dei casi per mezzo del malto, che viene affumicato durante la maltazione (o maltaggio). L’affumicatura dei malti avviene grazie al fumo derivato dalla combustione della legna: faggio, quercia, acero, mesquite, ontano, pecan, melo, ciliegio, donano sentori differenti alla birra.

In alcuni casi il carattere affumicato viene conferito con altri mezzi, come avviene per le Steinbier, nelle quali l’affumicatura viene impartita dalle pietre roventi che vengono inserite nel tino.

A seconda dei casi si possono usare birre ad alta o bassa fermentazione: nella tradizione tedesca delle Rauchbier vengono brassate le marzen, come la celebre Schelenkerla Marzen, oppure dunkle, weissbier, dunkles bock, schwarzbier, helles.

In altri ambiti le birre affumicate sono prodotti ad alta fermentazione: è il caso delle smoked ale. Nelle specialty smoked beer vengono invece prodotte birre affumicate a partire da stili non classici o con aggiunta di spezie, frutta o vegetali.

Smoked porter

Tra le smoked beer la smoked porter è uno stile molto apprezzato, che ha permesso la nascita di birre che hanno fatto storia. Le caratteristiche delle porter si sposano con le note affumicate, dando vita ad una birra complessa e di carattere. Tra queste birre scure e affumicate l’Alaskan Smoked Porter è senza dubbio la birra più conosciuta e probabilmente la meglio riuscita.

alaskan-smoked-porter-alaskan-brewing-co

Alaskan smoked porter

L’Alaskan Smoked Porter di Alaskan Brewing Co è la regina delle smoked porter, così come la Schlenkerla è senza dubbio la sovrana delle Rauchbier. Entrambe sono accomunate dall’essere più famose dello stile che rappresentano, e dell’essere il punto di riferimento della categoria.

Alaskan Smoked Porter è una birra pluripremiata in tutto il mondo, con oltre 80 medaglie vinte dal 1988: è una delle birre più premiate nei concorsi Great American Beer Festival e World Beer Cup.

Questa smoked porter è il cavallo di battaglia di Alaskan Brewing Co., è una birra millesimata e viene prodotta il 1° novembre. E’ una birra che si presta all’invecchiamento, non tanto per la gradazione alcolica, peraltro moderata, ma per le proprietà conservanti donate dall’affumicatura.

L’Alaskan Smoked Porter viene prodotta utilizzando acqua proveniente dal ghiaccio di Juneau, cinque malti, due tipi di luppolo e lievito. L’affumicatura dei malti avviene grazie alla legna di ontano, la stessa utilizzata per affumicare il salmone a Taku Smokeries, l’affumicatoio di fronte alla sede del birrificio.

Degustazione

Questa birra affumicata si presenta con il tipico colore tonaca di frate, quasi nero, e con una generosa schiuma cremosa color nocciola, moderatamente persistente. L’aroma è incentrato sulle caratteristiche affumicate e tostate: speck e cioccolato, caffè, liquirizia, caramello, frutta secca; frutta rossa e agrumi con il salire della temperatura.

In bocca dominano le note affumicate ma soprattutto equilibrio e pulizia: è una birra morbida, intensa, poco carbonata e molto scorrevole. Ha un finale leggermente acidulo e secco, unito ad una lieve nota amara impartita dai luppoli.

Abbinamento

Come logico attendersi, l’Alaskan Smoked Porter ben si abbina con i piatti affumicati, su tutti pesce affumicato. Ottima con formaggi (roquefort), salumi (speck e pancetta), carne alla brace. Da provare anche con i dolci (gelato e cheesecake), frutta (lamponi), funghi o per creare salse e marinature.

alaskan-brewing-co

Alaskan Brewing Co

Alaskan Brewing Co è il primo birrificio ad avere aperto in Alaska dopo il proibizionismo. Viene inaugurato nel 1986 e fondato a Juneau, capitale dello stato più esteso di tutti gli Stati Uniti, dai coniugi Geoff e Marcy Larson. La coppia, conosciutasi in Alaska quando si trasferirono per lavorare al Glacier Bay National Park, ha l’intenzione di aprire un birrificio e la perdita del posto di lavoro, come spesso accade alle persone intraprendenti, trasforma una crisi in una opportunità.

Durante il biennio di preparazione all’impresa Marcy e Geoff, che si era cimentato con buoni successi nell’homebrewing, si trovano a fare i conti con alcuni problemi: Juneau è una città difficile, raggiungibile solo via mare, priva di molti servizi e di comodità. Inoltre sono anni di recessione, ma con impegno e fatica i signori Larson riescono a radunare i fondi necessari grazie agli 88 concittadini che partecipano economicamente alla fondazione di Alaskan Brewing Co.

Nel 1988 viene brassata la prima Alaskan Smoked Porter, che fa parte di quelle birre ed edizione limitata insieme alla Fireweed Blonde, Hazy Bay Juicy IPA, Pineapple Jalapeno Gose, Berry Milkshake IPA, Raspberry Wheat. La linee delle birre sempre prodotte comprende 10 tipologie: Amber, White, Kolsch, Icy Bay IPA, Freeride Pale Ale, Smash Galaxy, Husky IPA, Hopothermia e due hard seltzer.

juneau-alaska

Classificazione delle smoked porter

La smoked porter è classificata tra le Classic Style Smoked Beer (categoria 32A) secondo le linee guida del BJCP, e tra le Smoke Porter (North American Origin Ale Styles) secondo Brewer Association.

 

Scopri le caratteristiche delle smoked beer

SMOKED BEER

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WhatsApp chat