Le origini della birra

le-origini-della-birra

Le origini della birra tra Europa e Medio Oriente

Ci sono molte storie e leggende circa le origini della birra, che collocano il luogo dove tutto ebbe inizio tra il Medio Oriente e l’Europa. Se i paesi universalmente riconosciuti come i padri fondatori dell’arte brassicola siano in Europa – Belgio, Germania e Gran Bretagna su tutti – è pressoché certo che le origini della birra siano però da ricercare in Medio Oriente.

Secondo alcuni test biochimici effettuati su anfore ritrovate nel territorio che oggi coincide con l’Iran, la nascita della birra risale a circa 7 millenni fa. I ritrovamenti scritti di epoca sumera confermano le analisi, e collocano le origini della birra nella Mesopotamia.

La fermentazione

La produzione di birra è stata probabilmente il primo processo metabolico a sfruttare il processo di fermentazione, nonostante tale meccanismo fu scoperto solo nel XIX secolo da Louis Pasteur. Le prime birre venivano prodotte a partire dal pane d’orzo, e poiché quasi tutti i cereali contengono zuccheri subivano il processo di fermentazione per mezzo dei lieviti selvaggi.

E’ quindi possibile datare con buona approssimazione la nascita della birra e collocarla in una regione storica. Ma come avvenne la produzione della prima birra?

origini-della-birra

Le origini della birra in una leggenda

Secondo una leggenda molto affascinante la birra fu scoperta per caso grazie ad una singolare serie di eventi accaduti ad un contadino sumero. L’uomo, agricoltore locale, viveva con la famiglia composta da moglie, suocera e dal fedele cane di casa. Il contadino, dal carattere bonario e sottomesso, viveva una dura vita, tra il lavoro dei campi e le continue lamentele delle due donne di casa. L’unico amico era il cane, che lo seguiva ovunque e che nutriva con del pane.

Un giorno dimenticò il pane nella ciotola del cane, che venne a contatto con la copiosa pioggia che cadde all’improvviso. Nei giorni successivi il clima tornò ad essere caldo e afoso, come di norma in quelle terre. In mancanza di acqua fresca e cibo il cane si accontentò della brodaglia composta da acqua e pane, e subito dopo avere bevuto fu preso da una strana euforia. Il cane entrò in casa e iniziò a correre in giro, arrivando a mordere la terribile suocera. Il contadino condusse il cane fuori, il quale tornò a bere dalla ciotola sino ad addormentarsi.

Incuriosito dal comportamento dell’animale, il contadino volle provare a bere dalla ciotola: provò più volte l’intruglio, raggiungendo presto uno stato di euforia. In preda ai fumi dell’alcol entrò in casa e rispose alle solite grida delle donne inveendo contro le due e gettando fuori di casa la suocera a calci. La ribellione del mite contadino coincise probabilmente con la prima sbronza della storia dell’uomo.

Se-bar-bi-sag, la prima birra della storia

La bevanda che fece ribellare il contadino sumero è all’origine della storia della birra. La prima birra della storia venne chiamata se-bar-bi-sag, che significa “la bevanda che fa vedere chiaro”. La bevuta di birra fece infatti vedere chiaramente al contadino ciò che non andava nella sua vita oppressa, tanto da farlo reagire contro moglie e suocera. La leggenda continua narrando che l’uomo lasciò in seguito il lavoro nei campi, avviando così la prima attività brassicola della storia.

sumeri e se-bar-bi-sag

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WhatsApp chat