Chicken Punk, il pollo punk alla birra

chicken-punk

Chicken Punk e pollo alla birra

La ricetta del chicken punk rappresenta una gustosa variante alle ricette più comuni del pollo cucinato con la birra. Che venga usato un pollo intero diviso in parti oppure un solo taglio – spesso cosce o sovracosce – il chicken punk ha la caratteristica di utilizzare nella ricetta una IPA o double IPA. La birra viene impiegata sia nella marinatura che nella cottura, e le caratteristiche aromatiche e olfattive dei luppoli usati nella birra vengono trasferite al piatto.

Il pollo alla birra

Cucinare il pollo con la birra è una buona usanza in svariate parti del mondo, in maniere a volte molto diverse tra di loro. Uno dei piatti a base di pollo e birra più famosi è il pollo borracho, che a seconda del luogo d’origine cambia ricetta. I più famosi pollo borracho sono quelli con tequila e rum, ma esistono anche alcune versioni con la birra.

Un’altra ricetta molto nota è il beer can chicken, nella quale il pollo intero viene cucinato sopra ad una lattina di birra. Il chicken punk è a tutti gli effetti un pollo marinato e cucinato con la birra, che sia però una IPA o appartenente alla grande famiglia delle birre ben luppolate.

pollo-alla-birra

Ingredienti

La ricetta del chicken punk richiede pochi semplici ingredienti, facilmente reperibili. Consigliato l’acquisto di un pollo ruspante presso il macellaio di fiducia. Scegliere un pollo di medie e grosse dimensioni, oppure delle parti ben corpose. Questi gli ingredienti:

  • 1 pollo intero
  • 1 bottiglia di Hangman da 33cl
  • rosmarino
  • salvia
  • alloro
  • sale
  • pepe
  • evo

Ricetta

Tagliare le spezie e unirle in un recipiente: preparare una marinatura composta dall’intera bottiglia di hangman e dal trito di spezie. Tagliare il pollo, pulirlo e asciugarlo con un canovaccio. Lasciare riposare almeno 1 ora – meglio se tutta la notte in frigorifero – il pollo con la marinatura.

Scaldare un filo d’olio in una padella capiente a fiamma vivace, scolare il pollo e conservare il liquido della marinata. Inserire il pollo nella pentola e farlo rosolare a fiamma vivace, in modo che si scatti e si colori la superficie.

Abbassare la fiamma, continuare la cottura per altri 10 minuti e aggiungere lentamente la birra con le spezie, cucinando per almeno altri 20 minuti a seconda della cottura. E’ preferibile cucinare a fondo il pollo, evitando però che la carne rattrappisca troppo.

hangman-ipa-50&50

Varianti

Spesso si usa infarinare i pezzi di pollo prima di scottarli e cucinarli. Alcune ricette prevedono l’uso di maizena, che viene mescolata con qualche goccia di birra e inserita verso fine cottura, per creare una crema densa.

A seconda delle preferenze si può usare uno spicchio di aglio nella marinatura oppure preparare un classico soffritto da scaldare prima di inserire i pezzi di pollo in padella.

Abbinamenti

Come ci si aspetti, il chicken punk viene degustato in abbinamento con la birra usata per la marinatura e la cottura. In alternativa si può optare per una pils, german pils, o helles, che esalta il sapore del pollo. Una buona idea è provare il chicken punk con una india pale lager o una imperial lager.

IPA, punk e Punk IPA

Il vero Chicken Punk è cucinato con una American IPA, a seconda delle preferenze. Dal 2007, anno del lancio della Punk IPA di Brewdog, il chicken punk viene spesso cucinato con la birra più famosa del celebre birrificio scozzese.

Nella versione di questa ricetta del chicken punk viene usata la Hangman, la ddh IPA prodotta dal birrifico varesino 50&50, che esalta le spezie e dona la giusta dose di robustezza.

Non è chiaro se il termine punk sia riferito alla IPA di Brewdog oppure ad un fatto diverso, di cui narra una leggenda.

punk-ipa-brewdog

Punk cileno

Secondo una fonte non ufficiale il termine Chicken Punk venne coniato in Cile, come omaggio ad una non meglio identificata punk band cilena di nome Carajara. Di tale band originaria della città di Castro, sull’isola di Chiloè, esistono pochissime notizie, per lo più riferite al passaparola.

Sembra che la band, della quale non ho trovato tracce in rete, amasse suonare durante delle improbabili e lunghissime jam session all’aperto, che si tramutavano in feste dall’alto grado alcolico. Il pollo alla birra era il piatto tipico dei mitici eventi, che ben presto fu rinominato chicken punk. Queste notizie non trovano riscontro presso altre fonti perché prelevate direttamente “alla foce” dal vivo.

ricetta-chicken-punk

Scopri di più sulla Hangman

HANGMAN

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WhatsApp chat